Progetti

È IL MARGINE CHE FA LA PAGINA.

Un progetto di

Ti piace questo paese? 
No.
Perché?
Perché non mi sento a mio agio.
Non ti piace perché provi disagio?
Esatto.
Cosa fai tu per cambiare questo stato di cose?
Non sta a me fare qualcosa, sono gli adulti che devono agire, io sono solo un ragazzo.

Intervenire in un contesto di disagio giovanile diffuso nella nostra città, per rimotivare i ragazzi che vivono ai margini di una società che sentono distopica, corrotta e che alimenta uno stato d’animo ormai diffuso, la convinzione che nel nostro territorio valore e merito non bastino a soddisfare le proprie aspirazioni e la sensazione che nulla sia cambiato rispetto al passato.Ciò innesca  altri temi caldi come quelli dell’abbandono scolastico e della fuga dalla propria terra come via per la realizzazione.Il progetto utilizza le tecniche proprie del teatro come strumento per attivare un processo di miglioramento sociale, portando all’attenzione del pubblico un’oppressione invisibile o non riconosciuta come tale, agendo laddove la vita quotidiana non lascia una possibilità chiara di agire, promuovendo un cambiamento a partire dagli invisibili delle periferie emarginate ed abbandonate perché: è il margine che fa la pagina!

È il margine che fa la pagina: periferia, cultura ed inclusione sociale è un progetto cofinanziato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili ed il servizio Civile Universale – P.A.C. (Piano di Azione e Coesione) bando Giovani per il Sociale.

Visita il wiki dedicato al progetto ===> WIKI